• Condividi questa pagina

Votre profil a été créé avec succès !

Fermer
LA STANCHEZZA

LA STANCHEZZA

LA STANCHEZZA

Secondo lo studio IPSOS realizzato a luglio 2011, più di un francese su due dice di sentirsi "stanco". Si tratta di un fenomeno banale, ma non per questo semplice da interpretare.
La stanchezza è descritta come una sensazione di perdita diretta di energia in assenza di patologie conclamate.

LA STANCHEZZA
Le forme di stanchezza e le sue manifestazionia.    
  • La stanchezza semplice: è dovuta a uno sforzo fisico di notevole entità e si avverte, ad esempio, quando si fa una lunga camminata o quando si va a dormire molto tardi.
  • La stanchezza psichica: sopraggiunge spesso in seguito a importanti attività di concentrazione o memorizzazione, oppure per situazioni quotidiane di stress familiare o professionale. Può interferire con la stanchezza semplice e indurre una sensazione di prostrazione psichica e mentale.
  • La stanchezza emotiva: deriva da emozioni e problemi emotivi difficili da gestire, come uno choc affettivo o un lutto.
  • La stanchezza cronica: si avverte ogni giorno ed è difficile farla sparire, anche con il riposo. È spesso il risultato della combinazione di fattori negativi come stress quotidiano, sovraffaticamento, alterazioni del sonno e cali di forma che si verificano durante la giornata. È una situazione da non sottovalutare, e non bisogna esitare a parlarne al proprio medico o farmacista di fiducia per chiedere un consiglio personalizzato.
 
I segni della stanchezza possono variare, ma spesso si presentano sotto forma di:
  • disturbi intellettivi: difficoltà di concentrazione, disturbi della memoria e dell'attenzione
  • disturbi del carattere: irritabilità, ansia, tristezza, pessimismo, demotivazione
  • disturbi muscolari: dolori muscolari e crampi
  • disturbi digestivi: diarrea e stitichezza.
  
 
Le soluzioni per evitare la stanchezza
Vi sono numerosi consigli e soluzioni per evitare la stanchezza; l'assunzione di integratori alimentari può essere uno di questi ma deve essere combinata con una corretta alimentazione, attività sportiva e un sonno di qualità.
Le 5 regole da rispettare nell'alimentazione per evitare la stanchezza
  • Occorre consumare i pasti senza fretta, privilegiando gli alimenti ricchi di vitamina C (frutta e verdura fresca) e di magnesio (cereali, frutta secca, soia).
  • I piatti a base di latticini, ricchi di calcio (rilassante), di magnesio (antistress) e di triptofano (un aminoacido noto per le sue proprietà calmanti), sono distensivi e favoriscono un sonno di buona qualità.
  • I farinacei come la pasta e il riso, vanno consumati con moderazione, specialmente la sera: se assunti in quantità importanti ritardano l'arrivo del sonno.
  • L'alcol (da assumere sempre con moderazione) è in realtà un falso amico: in alcuni casi sembra facilitare il sonno, ma in realtà riduce le facoltà di recupero. 
  • L’ideale è cenare prima delle 21, terminando con una tisana di piante (tiglio, verbena, camomilla, valeriana, ecc.) oppure con un bicchiere di latte tiepido, per i loro effetti sedativi naturali.

Lo sport e i momenti di svago per eliminare le tensioni

Per eliminare le tensioni, l’ideale è praticare regolarmente un'idonea attività fisica o sportiva. Tuttavia, non bisogna fare sport troppo tardi nella giornata, in quanto l’attività sportiva favorisce la secrezione di ormoni che contrastano il sonno.
Può essere utile ritagliarsi dei momenti di distensione quotidiana, svolgendo delle attività rilassanti come ascoltare della musica, meditare o fare un riposino. Infatti, occorre circa un quarto d'ora di sonno per riposarsi, mentre per distendersi sono sufficienti 3 minuti. Può essere inoltre d'aiuto l'apprendimento di tecniche comportamentali di rilassamento affidandosi a degli specialisti
map-international

Proseguendo la navigazione in questo sito, accetti l'utilizzo dei cookies allo scopo di proporti contenuti adatti ai tuoi interessi e misurare la tua frequentazione del sito.  Per ottenere maggiori informazioni, gestire o modificare i tuoi parametri associati ai cookies, fai clic qui

Chiudi